Valori monetari delle fiches da poker con codice colore

Quando si gioca a Texas Hold “Em Poker, Omaha Hold” Em Poker o qualsiasi gioco che coinvolge le fiches come valuta, è fondamentale per sapere il valore di ciascuna fiche. A meno che tu non sia in un casinò, la maggior parte delle fiches non è contrassegnata.

Sebbene non esista una regola ufficiale per l’assegnazione dei valori delle fiche, standard comuni utilizzati per la maggior parte degli eventi di poker. Un set di base completo di fiches da poker utilizzato nei giochi di poker privati o in altri giochi d’azzardo è solitamente composto da fiches bianche, rosse, blu, verdi e nere. I tornei più grandi e con puntate elevate possono utilizzare chipset con molti più colori.

Qualunque sia il sistema di valori che usi, assicurati che tutti i partecipanti comprendano le denominazioni e i valori di ogni tipo di fiche. Un buon modo per farlo è scrivere e postare le denominazioni in modo che tutti possano vederle. Contrassegnare le fiches stesse scrivendo le denominazioni su di esse è generalmente sconsigliato.

Colori base delle fiches da poker e valori standard

  • Bianco, $ 1
  • Rosa $ 2,50 (raro per il poker; a volte usato in black-jack)
  • Rosso, $ 5
  • Blu, $ 10
  • Verde, $ 25
  • Nero, $ 100

Colori completi delle fiches da poker e valori standard

Ci sono alcune variazioni a queste denominazioni (ad esempio, occasionalmente si gioca con il verde come $ 20).

Quando si organizza un evento di poker

Se si ospita un evento di poker con un massimo di 10 giocatori, gli esperti suggeriscono di averne circa 500 chip in tre o quattro colori base. Nel caso in cui tu stia ospitando un gioco più grande che coinvolge fino a 30 persone, si consiglia una raccolta di 1.000 fiches in quattro o cinque colori.

Se stai mettendo insieme un set di fiches per eseguire i tuoi giochi, si consiglia di mantenere il numero di diversi colori abbastanza basso e di assemblare la tua collezione in modo da avere il maggior numero di fiches nella denominazione più bassa con un numero progressivamente inferiore di fiches man mano che le denominazioni salgono. Ad esempio, se stai assemblando un set di quattro valori di chip di $ 1, $ 5, $ 10 e $ 25, il numero di chip in base al rapporto dovrebbe essere 4: 3: 2: 1. Per un set di 500 fiches da poker, ad esempio, dovresti avere 200, 150, 100 e 50 fiches rispettivamente in bianco, rosso, blu e verde.

Fiches del casinò

I casinò di solito hanno fiches personalizzate con il valore monetario e il nome del casinò stampato o inciso sulla faccia. Le patatine possono essere multicolori e stilizzate con motivi. Il codice colore può seguire i valori sopra indicati, oppure le singole aree di gioco o casinò possono avere i propri sistemi di codifica colore unici.

Casinò Atlanta

La maggior parte dei casinò segue i valori di codifica a colori primari di base per le fiches bianche, rosa, rosse, verdi e nere, con l’aggiunta di fiches gialle a $ 20 e blue chip del valore di $ 10.

Las Vegas

Anche questi casinò seguono il codice colore primario di base ma aggiungono anche fiches da $ 20. La poker room del casinò Wynn include anche fiches marroni del valore di $ 2 e fiches peach del valore di $ 3.

California

Non ci sono mandati legali sul gioco colori delle fiches in California, ma esiste un codice colore comune utilizzato nella maggior parte dei giochi organizzati:

Denominazioni di casinò di alto valore

I valori delle fiches superiori a $ 5.000 sono visti raramente dal pubblico nei casinò, poiché questi giochi con puntate elevate generalmente sono affari privati. Per i giochi con posta in gioco molto alta, i casinò possono utilizzare placche rettangolari delle dimensioni di una carta da gioco. Nei casinò in cui è consentito il gioco d’azzardo high-stakes nelle aree pubbliche, potrebbero esserci targhe in tagli da $ 5.000, $ 10.000, $ 25.000 e superiori. Questi casinò si trovano principalmente in Nevada e Atlantic City.

Storia delle fiches da poker

I giochi d’azzardo nel corso della storia hanno sempre fatto uso di qualche forma di indicatore per rappresentare denaro o altre forme di valuta. Fiches per scommesse standardizzate come il tipo che ora sappiamo essere entrato in uso all’inizio del 1800.

I saloon e le case da gioco in Occidente usavano pezzi di osso, avorio o argilla incisi come gettoni nei loro giochi casalinghi. Questi primi chip erano facili da copiare, tuttavia, quindi negli anni 1880, le società commerciali furono incaricate di produrre chip di argilla personalizzati per i luoghi di gioco. Queste fiches sono state accuratamente stilizzate per renderle particolari per un istituto di scommesse e quindi difficili da falsificare.

Nei casinò moderni, le fiches sono progettate e prodotte su misura, e molte contengono ancora una grande percentuale di argilla nel loro materiale composito. Alcuni casinò utilizzano chip di ceramica. Peso, consistenza, design e colore sono controllati con molta attenzione, rendendoli più difficili da contraffare rispetto alla carta moneta. Alcuni casinò incorporano persino i loro marcatori di gioco con microchip, rendendoli praticamente impossibili da copiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *