Storia delle donne scientifiche

Risultati principali: uno dei primi programmatori del computer di Harvard Mark I.
Grace Murray Hopper era uno scienziato informatico americano e contrammiraglio della Marina degli Stati Uniti. Pioniera nel campo, è stata una dei primi programmatori del computer Harvard Mark I e ha inventato il primo compilatore per un linguaggio di programmazione per computer. Ha reso popolare l’idea di linguaggi di programmazione indipendenti dalla macchina, che ha portato allo sviluppo di COBOL, uno dei primi linguaggi di programmazione moderni. È accreditata di aver reso popolare il termine “debugging” per la risoluzione dei problemi del computer (ispirato a una falena rimossa dal computer). A causa dell’ampiezza dei suoi successi e del suo grado navale, a volte viene chiamata “Amazing Grace”. Il cacciatorpediniere della marina statunitense USS Hopper (DDG-70) prende il nome da lei, così come il supercomputer Cray XE6 “Hopper” del NERSC.
Hopper è nata Grace Brewster Murray a New York City. Era la più grande di una famiglia di tre figli. Era curiosa da bambina, un tratto caratteristico di tutta la vita; all’età di sette anni decise di determinare come funzionava una sveglia e smantellò sette sveglie prima che sua madre si rendesse conto di quello che stava facendo (era quindi limitata a un orologio). Per la sua istruzione scolastica preparatoria, ha frequentato la Hartridge School a Plainfield, nel New Jersey. Respinta per l’ammissione anticipata al Vassar College all’età di 16 anni (i suoi punteggi nei test in latino erano troppo bassi), fu ammessa l’anno successivo. Si laureò Phi Beta Kappa a Vassar nel 1928 con una laurea in matematica e fisica e conseguì il master alla Yale University nel 1930.
Nel 1934 ottenne un dottorato di ricerca. in matematica da Yale sotto la direzione di Oystein Ore. La sua dissertazione, Nuovi tipi di criteri di irriducibilità, fu pubblicata quello stesso anno. Hopper iniziò ad insegnare matematica a Vassar nel 1931 e fu promossa a professore associato nel 1941. È stata sposata con il professore della New York University Vincent Foster Hopper (1906-76) dal 1930 fino al loro divorzio nel 1945. Non si è mai risposata e ha mantenuto il suo cognome.
Nel 1943, durante la seconda guerra mondiale, Hopper ottenne un congedo da Vassar e prestò giuramento nella Riserva della Marina degli Stati Uniti, una delle tante donne a prestare servizio volontario nelle WAVES. Doveva ottenere un’esenzione per arruolarsi; era di 15 libbre (6,8 kg) sotto il peso minimo della Marina di 120 libbre (54 kg). Ha fatto rapporto a dicembre e si è formata presso la Naval Reserve Midshipmen “s School dello Smith College di Northampton, Massachusetts. Hopper si è laureata per prima nella sua classe nel 1944 ed è stata assegnata al Bureau of Ships Computation Project presso l’Università di Harvard come tenente, grado junior . Ha fatto parte dello staff di programmazione di computer Mark I guidato da Howard H. Aiken. Hopper e Aiken sono stati coautori di tre documenti sul Mark I, noto anche come Calcolatore automatico di sequenza. La richiesta di Hopper di trasferire alla Marina regolare alla fine della guerra è stata rifiutata a causa della sua età (38).
Ha continuato a prestare servizio nella Riserva della Marina. Hopper rimase all’Harvard Computation Lab fino al 1949, rifiutando una cattedra a Vassar in favore di lavorare come ricercatore con un contratto della Marina ad Harvard. Nel 1949, Hopper divenne un dipendente della Eckert-Mauchly Computer Corporation come matematico senior e si unì al team che sviluppava l’UNIVAC I. All’inizio degli anni ’50 la società fu rilevata dalla società Remington Rand ed era mentre lavorava per loro che il suo lavoro di compilatore originale è stato completato. Il compilatore era noto come compilatore A e la sua prima versione era A-0. Nel 1952 aveva un compilatore operativo. “Nessuno ci credeva”, disse. “Avevo un compilatore in esecuzione e nessuno lo toccava. Mi hanno detto che i computer potevano solo fare operazioni aritmetiche.” Nel 1954 Hopper è stato nominato primo direttore della programmazione automatica dell’azienda e il suo dipartimento ha rilasciato alcuni dei primi linguaggi di programmazione basati su compilatori, inclusi MATH-MATIC e FLOW-MATIC. Nella primavera del 1959, una conferenza di due giorni conosciuta poiché la Conference on Data Systems Languages (CODASYL) ha riunito esperti di computer dell’industria e del governo. Hopper è stata consulente tecnico del comitato e molti dei suoi ex dipendenti hanno fatto parte del comitato a breve termine che ha definito il nuovo linguaggio COBOL (un acronimo di COmmon Business-Oriented Language). Il nuovo linguaggio ha esteso il linguaggio FLOW-MATIC di Hopper con alcune idee dall’equivalente IBM, COMTRAN. La convinzione di Hopper che i programmi dovessero essere scritti in una lingua vicina all’inglese (piuttosto che in codice macchina o in lingue vicine al codice macchina, come i linguaggi assembly) è stata catturata nel nuovo linguaggio aziendale e COBOL ha continuato a essere il linguaggio commerciale più diffuso fino ad oggi.
Dal 1967 al 1977, Hopper è stato direttore del Navy Programming Languages Group nell’Office of Information Systems Planning della Marina ed è stato promosso al grado di capitano nel 1973.Ha sviluppato un software di convalida per COBOL e il suo compilatore come parte di un programma di standardizzazione COBOL per l’intera Marina. Negli anni ’70, Hopper ha sostenuto che il Dipartimento della Difesa sostituisse i grandi sistemi centralizzati con reti di piccoli computer distribuiti. Qualsiasi utente su qualsiasi nodo del computer può accedere ai database comuni situati sulla rete. È stata pioniera nell’implementazione di standard per testare sistemi e componenti di computer, soprattutto per i primi linguaggi di programmazione come FORTRAN e COBOL. I test della Marina per la conformità a questi standard hanno portato a una convergenza significativa tra i dialetti del linguaggio di programmazione dei principali fornitori di computer. Negli anni ’80, questi test (e la loro amministrazione ufficiale) furono assunti dal National Bureau of Standards (NBS), noto oggi come National Institute of Standards and Technology (NIST).
Fonte: Wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *