Spiegazione del ridimensionamento dentale e piallatura radicolare

  • Che cos’è il ridimensionamento dentale?
  • Il ridimensionamento dentale è necessario?
  • Tipi di strumenti per il ridimensionamento dentale
  • Il ridimensionamento dentale fa male?
  • Procedura di ridimensionamento dentale Attenzione

Che cos’è il ridimensionamento dentale?

Se hai un caso ostinato di malattie gengivali, il tuo dentista potrebbe consigliarti una procedura dentale chiamata ridimensionamento dentale per evitare che peggiori. Il ridimensionamento dentale è il modo non chirurgico più comune per trattare la malattia gengivale, nota anche come periodontite. Questo rimuoverà la placca e il tartaro dai denti e aiuterà le tue gengive a ritrovare la salute.

Per continuare a mantenere le tue gengive sane, spazzolali con uno spazzolino elettrico come Oral-B iO. È una testina rotonda ispirata al dentista e le setole micro-vibranti circondano ogni dente e puliscono lungo il bordo gengivale per rimuovere meglio una maggiore quantità di batteri della placca che possono portare a malattie gengivali.Se hai una grave malattia parodontale e la tua condizione potrebbe richiedere un intervento chirurgico, il tuo dentista e il parodontologo può consigliare un ridimensionamento e un radicamento prima dell’intervento, nonché un’accurata pulizia dei denti prima della procedura.

La maggior parte Avanzato per gengive sane

È necessario il ridimensionamento dentale?

La placca appiccicosa e piena di batteri che causa malattie gengivali tende ad accumularsi nell’area lungo e appena sotto il bordo gengivale. Se hai gengive leggermente ritirate dai denti, potresti essere maggiormente a rischio di malattie gengivali e il tuo dentista potrebbe consigliarti di ridimensionare. Il ridimensionamento non è chirurgico, ma è un tipo di procedura diverso da una pulizia dentale standard perché comporta la pulizia delle aree del dente al di sotto del bordo gengivale.

Tipi di strumenti per il ridimensionamento dentale

Esistono due tipi di strumenti per il ridimensionamento e alcuni dentisti o igienisti dentali possono utilizzarli entrambi:

  • Ridimensionamento con strumenti manuali. Il dentista o il parodontologo utilizzerà uno scaler dentale e una curette per rimuovere manualmente (ridimensionare) la placca dai denti. Poiché il dentista o l’igienista dentale “non può vedere la placca, si affidano al tatto per identificare le aree di accumulo di tartaro e punti ruvidi.
  • Ridimensionamento con strumenti a ultrasuoni. Gli strumenti a ultrasuoni rimuovono la placca dai denti con una vibrazione punta di metallo che elimina il tartaro e uno spruzzo d’acqua per lavarlo via e mantenere la punta fresca.

Lo scaling dentale fa male?

Durante il processo di ridimensionamento dei denti, il tuo dentista o igienista dentale intorpidirà le gengive e le radici dei denti con un’anestesia locale, ma il ridimensionamento dei denti e la levigatura delle radici causano pochissimo disagio. Il tuo dentista o igienista dentale utilizzerà strumenti specializzati per rimuovere i depositi induriti della placca (tartaro) dai denti sia sopra che sotto il bordo gengivale.La levigatura radicolare comporta la levigatura di punti ruvidi sulle radici dei denti che possono promuovere malattie gengivali intrappolando e trattenendo i batteri.

L’intera procedura può essere eseguita in una singola visita, anche se generalmente un quadrante (1/4 della bocca) o si consiglia la metà della bocca per appuntamento. Dopo un ridimensionamento e una planata, puoi aspettarti che le tue gengive siano intorpidite dall’anestesia e quindi forse un po ‘tenere. Ma se mantieni una routine di salute orale costante di spazzolatura dei denti due volte al giorno e filo interdentale quotidiano, le tue gengive dovrebbero riacquistare rapidamente un aspetto sodo, sano e rosa.

Attenzione alla procedura di ridimensionamento dentale

Assicurati che il tuo dentista conosca la tua storia clinica totale prima che esegua una procedura di ridimensionamento e rootplaning. La procedura può introdurre batteri nel flusso sanguigno, quindi potrebbe essere necessario prendere precauzioni per trattare le malattie gengivali nelle persone che sono a maggior rischio di infezioni, come quelle con problemi cardiaci, malattie del fegato o un sistema immunitario compromesso a causa di una malattia, come l’HIV .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *