Questi nativi americani sono stati assassinati solo per aver ballato

I soldati guardavano i membri della tribù Sioux circondare lentamente il fuoco, con gli occhi chiusi, i piedi che ondeggiavano nella polvere. Si tenevano per mano e cantavano. Piangevano e svenivano per la stanchezza. L’uomo bianco aveva preso la loro terra. Forse se avessero ballato, Dio l’avrebbe restituito.

La Ghost Dance si era diffusa come un fuoco di arbusti. In tutti gli Stati Uniti occidentali, le tribù danzavano per riportare la terra alla sua antica, pacifica maestà e per unirsi ai loro antenati caduti. Alcuni speravano addirittura che avrebbe eliminato l’uomo bianco.

“Spero in Dio che i rinforzi arrivino prima che i diavoli rossi facciano la loro fuga”, ha detto un ufficiale di fanteria americano.

Le truppe guardato il ballo. Andava avanti per giorni. Sembrava estraneo, come una minaccia. Li spaventava. Cosa stava costruendo?

Alla fine, ci sarebbe stato sangue, ma sarebbe stato sui loro mani.

Organismi dei Lakota Sioux caduti giaceva nella neve in seguito al massacro di Wounded Knee. (LOC)

Due anni prima, il 1 ° gennaio 1889, il leader religioso Paiute Wovoka ebbe una visione. Vide Dio e tutti coloro che erano morti. Dio disse a Wovoka che doveva tornare e dire al suo popolo di essere buono e di amarsi l’un l’altro, di vivere in pace con i bianchi. Se avessero obbedito, si sarebbero riuniti con i loro antenati sulla terra. Non ci sarebbe stata più la morte.

Allora Dio diede a Wovoka la danza dei fantasmi. Se il suo p e la gente lo eseguiva per cinque giorni consecutivi avrebbe accelerato la loro salvezza.

Wovoka iniziò a predicare la sua profezia. Diverse tribù tradussero il suo discorso e lo trasmisero rapidamente in tutto l’Occidente. L’antropologo americano James Mooney ricevette una copia della “Messiah Letter” mentre scriveva sulla Ghost Dance nel 1892. In essa, Wovoka supplica: “Non devi ferire nessuno o fare del male a nessuno. Non devi combattere. Fai sempre la cosa giusta “.

Wovoka era già un leader rispettato all’epoca della sua visione storica. Nato nel Nevada occidentale intorno al 1856, rimase orfano all’età di 14 anni. Un allevatore bianco vicino lo accolse e lo allevò con il nome di Jack Wilson.

Wovoka studiò rispettivamente la dottrina religiosa cristiana e il misticismo tribale. Negli anni 1880 venne a conoscenza di una versione precedente della Ghost Dance, proposta nel 1870 da Tävibo, un uomo che si diceva fosse suo padre. Wovoka adattò il rituale nella sua danza dei fantasmi “cristianizzata”, che prometteva la salvezza attraverso un comportamento virtuoso. In effetti, Wovoka spesso invocava Gesù per nome.

La sua profezia pacifica divenne un movimento, una religione in sé. Dozzine delle tribù in tutto l’Occidente ha adottato la Ghost Dance e i suoi insegnamenti. Ciò ha portato a una varietà di interpretazioni basate sulle usanze di ciascun gruppo, ma i rituali principali sono rimasti notevolmente intatti.

Cioè, fino a Wounded Knee. Sebbene il Sioux ha eseguito in pace la Ghost Dance, secondo il suo intento “cristiano”, i militari hanno rifiutato di accettarla come una valida dimostrazione di protesta religiosa. Minacciava la decennale strategia di oppressione tribale della nazione.

Un numero del 1896 di Puck politicizzava la Ghost Dance in caricatura. (LOC)

Nel 1890, il governo ruppe un trattato Lakota suddividendo la loro terra in cinque riserve più piccole attraverso Pine Ridge, South Dakota. La manovra avrebbe accolto nuovi coloni bianchi e avrebbe diviso potenti relazioni tribali. Gli indiani sono stati avvertiti di “conformarsi ai modi dell’uomo bianco, pacificamente se vogliono, o con la forza se devono”. Il governo ha separato i bambini indiani dalle loro famiglie in collegi cristiani, dove qualsiasi usanza tribale era vietata, e ha imposto a tutti gli altri di trasferirsi per allevare bestiame e coltivare la loro nuova terra. Tuttavia, la regione arida e il suo clima hanno prodotto raccolti bassi e il Bureau degli affari indiani ha perso la pazienza con gli indiani “pigri”. Ha tagliato le razioni della metà.

Di fronte alla povertà e alla fame, le tribù Sioux si sono rivolte alla Ghost Dance nell’autunno del 1890. Gli agenti della BIA si sono allarmati, sostenendo che gli indiani stavano diventando militaristi indossando “camicie fantasma”, bianco si credeva che le magliette respingessero i proiettili. (Alcuni studiosi ritengono che l’idea provenisse dagli indumenti del tempio mormone, pensati per proteggere chi li indossa dal male).

La disperazione dei ballerini appariva selvaggia e violenta per un occhio inesperto. un giornalista del New York Times: “Lo spettacolo è stato il più orribile possibile: ha dimostrato che i Sioux sono follemente religiosi”. Lo scrittore ha contato 182 “dollari e squaw” che ballavano intorno a un albero vicino a Wounded Knee Creek. Altri 400 erano seduti a guardare. “Molti dei rossi erano dipinti di guerra” e indossavano panni di cotone bianco. Cinque uomini di medicina agitavano bastoni dipinti come serpenti.I ballerini si tenevano per mano e si muovevano lentamente intorno all’albero, trascinando, gli occhi chiusi e le teste piegate a terra. “Vedo mio padre, vedo mia madre, vedo mio fratello, vedo mia sorella”, cantavano. Alcuni gridavano in trance. Altri svenivano per la stanchezza.

Due giorni dopo i Sioux erano fermi danzando. Le truppe divennero ancora più nervose e vigili. Lo scout indiano Joseph Culbertson riferì che i ballerini erano “meglio armati oggi di quanto non lo siano mai stati prima”. Molti sono presi dalla nuova superstizione “Ghost Dance”. Tuttavia, Culbertson non ha assistito a nessun discorso di ostilità contro i bianchi. La maggior parte dei resoconti parla di un gruppo esausto di Sioux che balla per la loro disperazione. Se solo fossero lasciati soli, “non ci sarà bisogno di truppe; si uccideranno ballando. “

Il New York Times ha pubblicato la lettera di Culbertson sotto il titolo sensazionale:” To Ambush the Soldiers: A Murderous Plan of the Indians Revealed “.

La tensione si è acuita giorno dopo giorno. Era una situazione di stallo paralizzante – una parte ballava mentre l’altra premeva il grilletto. “Quando gli indiani … si sveglieranno domani mattina si troveranno circondati dal corpo più forte delle truppe degli Stati Uniti che è stato radunato nel Ovest dalla sconfitta di Geronimo “, ha riportato il Times. Giorni dopo, “vengono sorvegliati da vicino, perché il sangue indiano scorre molto denso”.

Poi, il 15 dicembre, gli agenti hanno chiesto a Toro Seduto, un famoso leader della resistenza Lakota, di comandare alla sua gente di smettere di ballare. Ha rifiutato. Lo hanno arrestato. In mezzo alla lotta, sono stati sparati colpi da entrambe le parti. Toro Seduto è stato ucciso.

È stato allora che gli Stati Uniti hanno schierato la settima cavalleria.

Il 28 dicembre , 500 soldati scortarono circa 350 uomini, donne e bambini Sioux a Wounded Knee Creek e posizionarono i loro fucili Hotchkiss sul campo. La mattina seguente i soldati ordinarono agli indiani di disarmarsi. Lo fecero, e iniziarono un’altra danza dei fantasmi, pregando che i soldati fossero sparsi come polvere nell’aria. I soldati raccolsero le armi rimanenti, ma un sordo di nome Black Coyote non capì e rifiutò l’ordine. Ne seguì una zuffa, durante la quale risuonò uno sparo. Non è chiaro da che parte. Le truppe americane iniziarono sparando indiscriminatamente ea distanza ravvicinata su indiani per lo più disarmati, come donne e c i bambini sono fuggiti nei campi, sono stati cacciati e uccisi.

In meno di un’ora, almeno 150 Sioux sono stati uccisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *