Passare alla Bibbia per dimagrire con la dieta Daniel

Nov. 27, 2013 – – La nuova Bibbia per la dieta è, per molti, la Bibbia.

La dieta Daniel, ispirata dal profeta biblico Daniele, è diventata una dieta popolare tra alcune congregazioni protestanti degli Stati Uniti per incoraggiare mangiare sano.

Secondo due passaggi della Bibbia, Daniele digiunò due volte. Durante il primo digiuno, ha mangiato solo verdure e acqua per distinguersi per Dio. Per un secondo digiuno menzionato in un capitolo successivo, Daniel smise di mangiare carne, vino e altri cibi ricchi.

I pastori di tutto il paese incoraggiano le loro congregazioni a partecipare a digiuni o diete simili ispirati da questi passaggi per dare il via. perdita di peso e per rafforzare la loro fede.

Alle Hawaii, la prima chiesa presbiteriana di Honolulu a Ko “olau organizza annualmente 21” Daniel Fast “per i fedeli non solo per incoraggiare un’alimentazione sana, ma per aiutare le persone a mantenere la loro fede riorientando la loro attenzione sulla loro dieta.

Notizie su dieta e perdita di peso

“Ci auguriamo che il digiuno aiuti a ripristinare la tua bussola spirituale, che può arrugginirsi e diventare fuori controllo a causa di preoccupazioni e preoccupazioni quotidiane “, ha scritto il pastore della prima chiesa presbiteriana di Honolulu Dan Chun sul suo sito web di supporto dietetico.

La Chiesa di Saddleback, che ha una congregazione di almeno 20.000 persone, ha lanciato un sito web e un libro, scritto dal pastore capo Rick Warren, per promuovere una versione a lungo termine della dieta ribattezzata “The Daniel Plan.”

In una manifestazione per il Daniel Plan lo scorso anno, Warren ha detto di essere stato ispirato a iniziare il digiuno dopo aver eseguito 800 battesimi in un giorno e aver realizzato che la maggior parte delle persone ha battezzato erano in sovrappeso.

“Ho avuto questo pensiero, non era” molto spirituale, ma era “Siamo” tutti grassi “”, ha detto Warren.

Anche se il Saddleback La versione della chiesa del Piano Daniel ha indicazioni dietetiche specifiche, la maggior parte delle versioni della dieta Daniel sono leggermente improvvisate poiché la Bibbia non fornisce istruzioni esattamente dettagliate. Le versioni del digiuno includono mangiare solo frutta o verdura cruda per 10-21 giorni con acqua.

Jessica Bennett, dietista presso il Vanderbilt Medical Center, ha affermato di credere che provare una versione della dieta Daniel possa potenzialmente dare dei calci a iniziare abitudini più sane o dimagrire per alcune persone.

“Penso che renda le persone più consapevoli di ciò che” mangiano e di ciò che “stanno mettendo nel loro corpo”, ha detto Bennett. “Dico loro più potere.”

Bennett avverte che versioni molto rigorose della dieta potrebbero essere frustranti per le persone, poiché cambieranno drasticamente la loro dieta rapidamente. Sebbene lei affermi che essendo un ambiente di gruppo, le persone che seguono la dieta possono trarre forza e sostegno l’una dall’altra.

“La maggior parte delle congregazioni tende a legarsi al cibo e le persone tendono ad andare a pranzo oa cena subito dopo la chiesa, “ha detto Bennett. Concentrandosi sull’aspetto sociale, le persone non si fissano sulle restrizioni alimentari. “Le persone possono dirmi esattamente cosa hanno mangiato o pranzato o cenato, ma” non possono dirmi qual era la conversazione. Si stanno “concentrando troppo sul cibo”.

Inoltre, Bennett ha affermato che queste diete potrebbero essere particolarmente utili per alcune sottosezioni delle congregazioni protestanti degli Stati Uniti, poiché alcuni studi hanno rilevato che le persone di determinate fedi protestanti hanno maggiori probabilità di essere in sovrappeso.

Uno studio del 2006 ha rilevato che le donne battiste tendevano ad avere un BMI (indice di massa corporea) più elevato rispetto ad altre donne che non facevano parte di quella religione e uno studio del 2003 ha rilevato che gli uomini protestanti conservatori tendevano ad avere un BMI più elevato.

per le persone che usano il digiuno per rafforzare la loro fede, Bennett ha detto che uno dei motivi per cui le persone possono sentirsi più vicine a Dio è che non hanno più cibo su cui fare affidamento come meccanismo di coping.

“Penso che anche le persone usino i cibi per trattare con emozioni e cose nella loro vita “, ha detto Bennett.” Se stanno guardando a Dio invece loro può sentire un rapporto più stretto. “

Suggerimenti per la dieta estiva che funzionano in autunno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *