La donna americana diventa la prima persona a nuotare per quattro volte, senza sosta

La nuotatrice americana della maratona in acque libere Sarah Thomas è appena diventata la prima persona a nuotare attraverso il Canale della Manica quattro volte, senza sosta.

Secondo la BBC, la 37enne ha iniziato la sua impresa epica domenica mattina presto, finendo 54 ore dopo il sponde di Dover. Le forti maree hanno allungato le quattro traversate da quella che era stata originariamente pianificata per essere una nuotata di 84 miglia in uno slogan lungo 130 miglia. In precedenza, altri quattro nuotatori hanno effettuato triple traversate del canale, ma Thomas è il primo a nuotare quattro volte nella Manica.

Mentre era in acqua, Thomas non poteva riposarsi. Ogni 30 minuti, la sua squadra di supporto le lanciava una bottiglia piena di una bevanda proteica infusa con elettroliti per farla andare avanti.

Anche se la nuotata in sé era difficile, arrivare al punto di partenza era una sfida. Thomas, una nuotatrice veterana del Colorado che ha attraversato la Manica due volte prima e ha persino nuotato per 104,6 miglia del lago Champlain nel 2017, aveva iniziato a pianificare la sua nuotata due anni fa. Ma nel novembre del 2017 le è stata diagnosticata una forma aggressiva di cancro al seno secondo Jonathan Cowie di Outdoor Swimmer. Durante tutto il suo processo di trattamento, che includeva chirurgia, chemioterapia e radiazioni, ha continuato a nuotare tenendo d’occhio l’epica traversata del Canale.

Prima di nuotare, ha riflettuto sul suo viaggio su Facebook: “Sono stata aspettando questa nuotata da oltre 2 anni e ho lottato così duramente per arrivare qui. Sono al 100%? No. Ma sono il meglio che posso essere in questo momento, con quello che ho passato, con più fuoco e combattere che mai. “

Thomas ha anche notato che stava dedicando il suo tentativo ad altri sopravvissuti al cancro. “Questo è per quelli di noi che hanno pregato per la nostra vita, che si sono chiesti con disperazione cosa verrà dopo, e hanno combattuto attraverso il dolore e la paura per superare. Questo è per quelli di voi che hanno appena iniziato il vostro viaggio contro il cancro e quelli di voi che prosperano con il cancro spinto saldamente nel passato, e per tutti gli altri. “

Nonostante sia stato punto in faccia da una medusa, il nuotatore ha affrontato condizioni relativamente buone per le prime tre tappe del viaggio. Ma quando ha preso l’ultima svolta verso l’Inghilterra, le cose sono diventate improvvisamente buie, ventose e instabili. La fine è stata la più straziante di tutte. “Negli ultimi 400 metri nella spiaggia, è stata presa dalla marea e non stava andando da nessuna parte. E così abbiamo dovuto urlare e urlare per convincerla a scavare in profondità e lei lo ha trovato dopo tutto quel tempo. Sono abbastanza orgoglioso di lei “, ha detto la madre di Thomas, Becky Baxter, a BBC Radio, riporta The Guardian.

Alle 6:30 A.M. martedì, Thomas ha messo piede a Dover’s Shakespeare Beach, festeggiando con M & M e champagne.

Maledetto inferno. Sarah Thomas l’ha fatto. La prima persona in assoluto a completare una nuotata in solitaria a quattro vie del Canale. Stupefacente. pic.twitter.com/g26qQr9DuM

— Simon Nixon (@Simon_Nixon) 17 settembre 2019

” Non riesco a credere che l’abbiamo fatto. “Sono davvero solo piuttosto insensibile”, ha detto alla BBC al suo arrivo. “C’erano molte persone sulla spiaggia per incontrarmi e augurarmi ogni bene ed è stato davvero gentile da parte loro, ma mi sento per lo più sbalordita”. Ha anche annunciato che aveva in programma di dormire per il resto della giornata.

“È un mostro di natura. Ha dovuto scavare a fondo per finire questo lavoro”, dice Baxter. “Avrebbe potuto smettere molti , molte volte. C’erano diversi ostacoli, ma lei non si arrende mai. “

Altri nuotatori della maratona si sono congratulati con Thomas per la straordinaria impresa. “Straordinario, incredibile, super umano !!!”, ha scritto su Twitter Lewis Pugh, un nuotatore di resistenza che è stato il primo a nuotare nell’Oceano Artico nel 2007 e il primo a completare nuotate a lunga distanza nei cinque oceani del mondo. ” Proprio quando pensiamo di aver raggiunto il limite della resistenza umana, qualcuno infrange i record. “

Secondo la Channel Swimming Association, il corpo che segue Channel nuota, la prima persona ad attraversare i 21 miglia Lo stretto tra Inghilterra e Francia fu l’inglese Matthew Webb, che completò l’impresa in 21 ore e 45 minuti nel 1875. Da allora, ci sono stati 2.483 traversate riuscite, di cui 1645 in solitaria e 838 da staffette.

Nel 1926, la nuotatrice americana Gertrude Ederle divenne la prima donna a nuotare nel canale. Anche se l’impresa di Thomas è incredibile e sarà difficile da battere, non le è comunque valso il titolo di Regina del Canale. Questo onore è attualmente detenuto dalla nuotatrice britannica Alison Streeter, che ha attraversato la Manica almeno 43 volte dal 1982.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *