Ethos (Italiano)

Definizione Ethos

Cos’è l’ethos? Ecco una definizione rapida e semplice:

Ethos, insieme a logos e pathos, è una delle tre “modalità di persuasione” nella retorica (l’arte di parlare o scrivere in modo efficace). Ethos è un argomento che fa appello al pubblico enfatizzando la credibilità e l’autorità dell’oratore. Se l’oratore ha una posizione di alto rango, è un esperto nel suo campo o ha avuto esperienze di vita relative a un particolare argomento, qualsiasi cosa il relatore dice o fa per assicurarsi che il pubblico conosca e ricordi queste qualifiche è un esempio di ethos.

Alcuni dettagli chiave aggiuntivi sull’ethos:

  • Ethos condivide una radice con la parola “etica”. Questo è utile da ricordare perché i parlanti spesso cercano di stabilire il proprio forte carattere morale usando l’ethos.
  • La parola “ethos “è spesso usato anche per riferirsi alla convinzione o allo spirito caratteristico di una comunità o di un’organizzazione, come nella frase” Non ti daremo un bonus più grande dei tuoi colleghi: questo è contro l’etica di correttezza della nostra azienda “. , questa guida si concentra specificamente sulla tecnica retorica dell’ethos usata nella letteratura e nel parlare in pubblico.
  • I tre “modi di persuasione” –pathos, logos ed ethos – furono originariamente definiti da Aristotele.
  • Mentre l’ethos fa appello al rispetto istintivo dell’autorità del pubblico, i loghi fanno appello al senso della ragione del pubblico e il pathos alle emozioni del pubblico.
  • Ethos è utilizzato nella pubblicità tanto spesso quanto nel parlare in pubblico e nella letteratura. Qualsiasi pubblicità in cui una celebrità approva un prodotto, ad esempio, spera di persuadere il suo pubblico di destinazione coltivando un’aura di autorità o competenza attraverso la sua associazione con la celebrità – ed è quindi un esempio di ethos.

Come pronunciare Ethos

Ecco come pronunciare ethos: ee-thos

Ethos Explained

Aristotele (l’antico filosofo e scienziato greco) definì per primo l’ethos, insieme al logos e al pathos, nel suo trattato di retorica, Ars Rhetorica. Insieme, si riferiva all’ethos, al logos e al pathos come alle tre modalità di persuasione, o talvolta semplicemente come “gli appelli”. Aristotele credeva che per avere l’ethos un buon oratore deve dimostrare tre cose:

  • Phronesis: ragionamento sano e esperienza o competenza pertinente.
  • Arete: carattere morale.
  • Eunoia: buone intenzioni nei confronti del pubblico.

Aristotele sosteneva che un oratore in possesso di questi tre attributi impressionerà naturalmente il pubblico con il suo ethos, e di conseguenza sarà in grado di influenzare meglio quel pubblico. Nel corso del tempo, tuttavia, la definizione di ethos si è ampliata e il significato delle tre qualità nominate da Aristotele è ormai perduto per chiunque non abbia studiato il greco classico. Quindi può dare più informazioni sul significato di ethos per tradurre Aristotele “s tre categorie in una nuova serie di categorie che hanno più senso nell’era moderna. Si può affermare che la credibilità di un oratore o scrittore si basi su ciascuno dei seguenti elementi:

  • Autorità: un oratore in una posizione di elevata autorità, ad esempio un presidente o un CEO, avrà un certo livello di etica semplicemente perché lui o lei può rivendicare quel titolo.
    • All’interno della letteratura, è interessante notare quando i personaggi tentano di invocare la propria autorità e migliorare la propria etica ricordando ad altri personaggi i titoli che hanno possedere. Spesso, questo può essere un’indicazione che il personaggio che cita le proprie credenziali sente effettivamente che la sua autorità viene minacciata o sfidata.
  • Affidabilità: spesso, gran parte del trasmettere affidabilità a un pubblico dipende dalla capacità del relatore di dimostrare che non ha un interesse acquisito nel convincere il pubblico delle sue opinioni. Un pubblico dovrebbe idealmente sentire che l’oratore è imparziale – non vuole ottenere nulla di personale, come denaro o potere, dal conquistare il favore degli ascoltatori – e che le sue opinioni sono quindi oggettive.
    • In letteratura, questa forma di ethos è particolarmente rilevante rispetto ai narratori. Gli autori spesso fanno sì che i loro narratori professino imparzialità o obiettività all’inizio di un libro per guadagnarsi la fiducia del lettore nell’affidabilità del narratore riguardo alla storia che sta per raccontare.
  • Competenza: le credenziali, l’istruzione e la specialità professionale di un oratore contribuiscono notevolmente alla sua etica. Ad esempio, la valutazione di un medico di un paziente o di un nuovo farmaco avrà più peso presso un pubblico rispetto all’opinione di qualcuno senza alcuna formazione medica.
    • Questo tipo di etica si traduce in letteratura abbastanza facilmente, in la sensazione che le opinioni dei personaggi siano spesso valutate nell’ambito delle loro professioni.
  • Somiglianza: i relatori possono rafforzare la loro filosofia sottolineando le cose che condividono con il pubblico. Questa è una tecnica comune nella politica americana dove, ad esempio, un candidato alla carica potrebbe descrivere la sua modesta educazione, nel tentativo di dimostrare che lui o lei è un americano medio e quindi condivide gli stessi valori degli elettori. D’altra parte, alcuni oratori potrebbero trovare più utile comunicare che non sono come il pubblico e hanno una nuova prospettiva esterna. In ogni caso, una parte importante dell’etica è decidere se presentarsi come un insider o come un outsider per esprimere al meglio un punto.
    • I personaggi letterari usano spesso l’ethos per comunicare somiglianza o somiglianza ad altri personaggi, e puoi rilevarlo da alcuni cambiamenti nel loro discorso. In queste situazioni, i personaggi (così come gli oratori della vita reale) spesso usano uno shibboleth – un termine o una parola specializzata usata da un gruppo specifico di persone – per mostrare che appartengono. Ad esempio, se conoscessi il nome di una sostanza chimica speciale usata per fare la gelatina e volessi impressionare il capo di un’azienda di gelatine, il nome di quella sostanza chimica conterebbe come uno shibboleth e dicendo che ti aiuterebbe a mostrare al dirigente della gelatina che “sei” al corrente “.

The Stagecraft of Ethos

Al fine di imprimere le loro qualità personali positive sul pubblico, i relatori pubblici possono utilizzare alcune tecniche che non sono disponibili per gli scrittori. Questi includono:

  • Parlare in un certo modo o anche con un certo accento.
  • Dimostrare una presenza scenica sicura.
  • Avere persone rispettabili per introdurre il l’oratore in una luce positiva.
  • Elencare le sue credenziali e i risultati raggiunti.

In altre parole, l’etica di un discorso può essere fortemente influenzata dalla fiducia e modo di presentare se stesso.

Ethos e Ad Hominem

Un argomento ad hominem è un tipo specifico di argomento che implica attaccare il carattere o l’ethos di qualcun altro, piuttosto che attaccare quello la posizione o il punto di vista della persona sull’argomento in discussione. Gli attacchi ad hominem di solito hanno l’obiettivo di allontanare un pubblico dal punto di vista di un avversario e verso il proprio degradando la percezione del pubblico dell’avversario personaggio. Ad esempio, se un politico attacca un altro come “élite”, l’attaccante potrebbe cercare di indurre gli elettori a chiedersi se l’altro politico ha fiducia degno o ha effettivamente a cuore l’interesse del pubblico. Ma il primo politico non sta in alcun modo attaccando le posizioni del suo avversario su questioni politiche.

Un argomento ad hominem non è necessariamente “sbagliato” o addirittura una cattiva strategia, ma è generalmente visto come più dignitoso (un’altra componente dell’ethos) per gli oratori che si concentrano sul rafforzamento del proprio ethos e sul dibattito con i propri oppositori sulla base delle controargomentazioni dell’opposizione. Quando un personaggio letterario usa un argomento ad hominem, questo oppure è insicura riguardo alla propria posizione riguardo a un determinato problema.

Esempi di Ethos

Esempi di Ethos in Letteratura

I personaggi nei romanzi usano spesso l’ethos, così come logos e pathos, per convincersi a vicenda di certi argomenti nello stesso modo in cui un oratore in realtà potrebbe usare queste tecniche. Inoltre, gli autori usano spesso una forma più sottile di ethos quando stabiliscono l’affidabilità di un narratore all’inizio del un romanzo.

Ethos in Atlas di Ayn Rand scrollò le spalle

I n Atlas Shrugged, un gruppo di pionieri industriali, finanzieri e artisti americani sciopera contro un governo corrotto. Mentre lo sciopero si avvicina alla fine, il suo leader, John Galt, tiene un discorso alla nazione sui suoi ideali. Promette che lo sciopero finirà solo se gli americani gli permetteranno di rifare il Paese secondo il suo codice morale, che spiega nelle seguenti righe:

Solo poiché sostengo la mia vita, né con la rapina né con l’elemosina, ma con i miei sforzi, così non cerco di trarre la mia felicità dall’offesa o dal favore degli altri, ma guadagnarla con i miei risultati. Proprio come non considero il piacere degli altri come l’obiettivo della mia vita, così non considero il mio piacere come l’obiettivo della vita degli altri. Proprio come non ci sono contraddizioni nei miei valori e nessun conflitto tra i miei desideri, così non ci sono vittime né conflitti di interesse tra uomini razionali, uomini che non desiderano ciò che non è guadagnato e non si considerano l’un l’altro con una lussuria cannibale, uomini che non fanno sacrifici né li accettano.

Galt non solo crea un’impressione di rettitudine morale, ma sottolinea anche la propria autosufficienza. pubblico che non si aspetta nulla in cambio da loro per aver condiviso le sue opinioni personali In questo modo, la sua capacità di coltivare un’aura di imparzialità e oggettività migliora il suo ethos.

Ethos in The Scarlet Letter di Nathaniel Hawthorne

The Scarlet Letter si apre con un capitolo chiamato “The Custom-House”, in cui il narratore senza nome, che ha una biografia simile a Hawthorne: descrive il suo lavoro in una dogana, un luogo in cui venivano pagate le tasse sulle importazioni nel Massachusetts del XVIII secolo. Le storie del narratore sul suo lavoro non hanno alcuna relazione con la narrativa reale di The Scarlet Letter, tranne che trova la lettera scarlatta del titolo nell’attico della Dogana. Questa scoperta lo ha ispirato a ricercare la vita della donna che indossava la lettera ricamata ea raccontare la sua storia. Presentandosi come qualcuno che ha semplicemente scoperto, ricercato e “modificato” la storia che il lettore sta per iniziare, il narratore crea effettivamente l’impressione che il suo sia un resoconto storico affidabile, rafforzando così il suo ethos.

Si vedrà, allo stesso modo, che questo schizzo della Custom House ha una certa proprietà, di un tipo sempre riconosciuto in letteratura, che spiega come un grande una parte delle pagine seguenti è entrata in mio possesso, offrendo prove dell’autenticità di una narrazione in essa contenuta.

Questo, in effetti, il desiderio di mettermi nella mia vera posizione di editore, o molto poco in più, delle più prolisse tra le storie che compongono il mio volume: questa, e nessuna altra, è la mia vera ragione per assumere una relazione personale con il pubblico.

Ethos in The Great Gatsby di F. Scott Fitzgerald

Nelle prime righe di The Great Gatsby, il narratore, Nick Carraway, afferma di aver seguito un pezzo del consiglio di suo padre per tutta la vita:

Nei miei anni più giovani e più vulnerabili mio padre me ne ha dato alcuni consiglio che ho “ripensato nella mia mente da allora.

” Ogni volta che hai voglia di criticare qualcuno “, mi ha detto, ricorda che tutte le persone in questo mondo non hanno” avuto i vantaggi che hai “avuto”. …

Di conseguenza sono propenso a riservarmi tutti i giudizi, un’abitudine che mi ha aperto molte nature curiose e mi ha reso anche vittima di non pochi veterani La mente anormale è pronta a rilevare e ad attaccarsi a questa qualità quando appare in una persona normale, e così avvenne che al college fui ingiustamente accusato di essere un politico, perché ero al corrente dei segreti dolori della selvaggia , uomini sconosciuti …

La tendenza di Nick a riservare il giudizio lo rende un narratore ideale e obiettivo, mentre la sua consapevolezza dei propri vantaggi economici e sociali lo rende una guida perfetta per il mondo privilegiato di The Great Gatsby. Sebbene descriva il suo affetto non giudicante, “neutro” con umorismo autoironico, “è un modo sottile per rafforzare la sua etica di narratore e per indurre il lettore ad anticipare con impazienza di ascoltare le storie che” uomini selvaggi e sconosciuti “hanno condiviso con lui.

Esempi di etica nei discorsi politici

Ogni politico riconosce che un oratore deve guadagnarsi il rispetto e la fiducia del pubblico se si aspetta di essere ascoltato. Di conseguenza, è difficile trovare un discorso politico che non contenga un esempio di ethos. È particolarmente facile individuare l’ethos in azione quando si ascoltano i discorsi dei candidati alle cariche.

Ethos nel discorso di accettazione di Mitt Romney alla Convention nazionale repubblicana del 2012

Quando ha accettato la nomina presidenziale repubblicana nel 2012, Romney ha indicato il suo successo commerciale come un’esperienza rilevante che gli sarebbe stata utile se avesse assunto l’incarico:

Ho imparato la vere lezioni su come funziona l’America dall’esperienza.

Quando avevo 37 anni, ho aiutato ad avviare una piccola azienda. I miei partner e io lavoravamo per un’azienda che si occupava di aiutare altre aziende.

Quindi alcuni di noi avevano l’idea che se credevamo davvero che il nostro consiglio fosse d’aiuto alle aziende, avremmo dovuto investire nelle aziende . Dobbiamo scommettere su noi stessi e sui nostri consigli.

Così abbiamo avviato una nuova attività chiamata Bain Capital … Quell’attività che abbiamo iniziato con 10 persone è ora diventata una grande storia di successo americana. Alcune delle aziende che abbiamo aiutato a creare sono nomi che conosci. Una società di forniture per ufficio chiamata Staples – dove sono lieto di vedere che la campagna di Obama ha fatto acquisti; The Sports Authority, che è diventato uno dei preferiti dei miei figli. Abbiamo avviato un centro di apprendimento per la prima infanzia chiamato Bright Horizons che la First Lady Michelle Obama ha giustamente elogiato .

Oltre a rafforzare la sua etica indicando i suoi risultati passati, Romney spera anche di dipingere se stesso come di principio, razionale e audace quando spiega come la sua azienda ha deciso di “scommettere su noi stessi e sui nostri consigli”.”

Etica nel discorso della vittoria primaria dell’Ohio 2016 di John Kasich

Dopo aver vinto la sua prima vittoria per la campagna, il candidato presidenziale 2016 John Kasich ha detto ai suoi sostenitori dei suoi parenti svantaggiati ma laboriosi per contestualizzare il suo la propria ascesa al successo:

E sapete, signore e signori, tutta la mia vita è stata dedicata al tentativo di creare un clima di opportunità per le persone.

Sai, poiché mio padre portava quella posta sulle spalle e suo padre era un minatore di carbone, e sai, mio cugino mi ha appena detto – non me ne rendevo conto – che mia madre, una delle quattro ‚è stato l’unico a diplomarsi al liceo. Gli altri tre sono riusciti a malapena a finire l’ottavo perché erano poveri …

E sai, visto che ho viaggiato per il paese e io guardati negli occhi … Vuoi credere che i tuoi figli avranno alla fine un’America migliore di quella che abbiamo ricevuto dalle nostre madri e dai nostri padri. Questa è la grande eredità americana: che i nostri figli saranno migliori di noi.

Dicendo che proviene da un ambiente modesto, Kasich spera di comunicare che è “solo un normale americano” e che difenderà altri americani che lavorano sodo.

Ethos in Winston Churchill “s 1941 Address to Joint Session of the US Congress

In questo discorso al Congresso degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale, il primo ministro britannico Winston Churchill esalta l’ethos del suo discorso enfatizzando sia le qualità che condivide con il popolo americano sia i valori democratici americani instillati in lui dai suoi genitori:

Sono un figlio della Camera dei Comuni. Sono cresciuto nella casa di mio padre per credere nella democrazia. “Fidati della gente”. Questo era il suo messaggio. Lo vedevo applaudito alle adunanze e per le strade da folle di operai in quegli aristocratici giorni vittoriani in cui come disse Disraeli “il mondo era per pochi, e per pochissimi”.

Pertanto sono stato in piena armonia per tutta la mia vita con le maree che sono fluite su entrambe le sponde dell’Atlantico contro il privilegio e monopolio e io ci siamo diretti con fiducia verso l’ideale di Gettysburg del governo del popolo, dal popolo, per il popolo.

Esempi di Ethos negli annunci

Gli inserzionisti spesso tentano di utilizzare l’etica per indurre le persone ad acquistare i loro prodotti. Vestire un attore come un medico che poi esalta i benefici di un farmaco è un modo in cui gli inserzionisti cercavano di inventare un po ‘di etica, ma tale pratiche ovvie di ciò che potrebbe essere definito “falso ethos” vengono ora regolarmente derise, tuttavia, qualsiasi approvazione da parte di celebrità o testimonianze di un esperto sono anche tentativi di costruire l’etica attorno all’approvazione di un prodotto. Ad esempio, qui “uno spot Prudential Financial che esalta la sua filosofia con l’apparizione dello psicologo sociale di Harvard Dan Gilbert.

Perché gli scrittori usano l’etica?

I politici, gli attivisti e gli inserzionisti usano ethos perché riconoscono che è impossibile convincere un pubblico di qualcosa se i suoi membri non credono nella credibilità, moralità o autorità di chi parla.

L’uso dell’ethos nella narrativa è spesso diverso dal reale -Esempi di mondo. Gli autori di solito non cercano di influenzare direttamente il loro pubblico come fanno i politici o gli inserzionisti. Piuttosto, gli autori spesso mostrano uno dei loro personaggi facendo uso dell’ethos. In tal modo, l’autore fornisce informazioni sulle percezioni reciproche dei personaggi, sui loro valori e sulle loro motivazioni.

Inoltre, l’ethos è uno strumento particolarmente utile per gli autori che cercano di stabilire la credibilità di un narratore. Avere un narratore credibile è estremamente importante per il successo di un’opera letteraria. I libri con narratori che non stabiliscono mai una pretesa ragionevole a un punto di vista oggettivo sono quasi impossibili da leggere perché tutto ciò che dicono è messo in dubbio, in modo che i lettori si sentano come se “fossero stati mentiti o” presi in giro “, il che è faticoso. Anche se abbastanza spesso i lettori presumono semplicemente che un narratore abbia credibilità, se hai mai letto un libro in cui hai sentito che semplicemente non ti piaceva molto il narratore – o guardato un programma televisivo in cui sentivi che nessuno dei personaggi era simpatico o credibile: questo potrebbe essere un altro segno che lo scrittore non è riuscito a stabilire l’etica di un personaggio. Ci sono circostanze in cui uno scrittore crea un narratore inaffidabile – un narratore che offre intenzionalmente o inconsciamente una narrazione inclinata – ma l’ethos è altrettanto cruciale nella creazione di un tale narratore: l’autore deve prima stabilire l’ethos del narratore e poi lentamente indebolirlo nel corso del libro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *