Denuncia di fallimento senza un avvocato: puoi o dovresti?

Stai pensando di presentare una procedura di bancarotta diretta ai sensi del Capitolo 7 o un caso di piano di pagamento ai sensi del Capitolo 13 senza un avvocato?

Se stai pensando sull’andare da solo, probabilmente sei abbastanza a corto di soldi, hai passato un po ‘di tempo a ricercare il costo di una procedura di fallimento e sei preoccupato che non sarai in grado di trovare i fondi per assumere qualcuno che ti aiuti.

Prima di decidere di andare da solo, ci sono alcune cose a cui dovresti pensare seriamente. Questa non è una decisione da prendere alla leggera. Se fai qualche passo falso, potresti finire peggio di quanto sei ora.

Ecco alcune cose che devi considerare.

Quanto costa davvero dichiarare bancarotta?

È vero. Per ottenere una rappresentanza di qualità, come la maggior parte delle cose, dovrai pagare per questo, a meno che tu non sia idoneo per servizi a basso costo tramite un’organizzazione di assistenza legale. Ma, prima di saltare a qualsiasi conclusione, potresti scoprire che è più conveniente di quanto pensi. La maggior parte degli avvocati specializzati in fallimenti dei consumatori offre una consulenza iniziale gratuita. L’avvocato può aiutarti a determinare se sei idoneo per l’assistenza tramite il patrocinio a spese dello Stato o tramite un programma pro bono offerto da un ordine degli avvocati vicino a te. Il tuo avvocato può anche offrirti strategie per raccogliere i soldi se non sei idoneo per l’assistenza a basso reddito.

Tieni presente che ciò che pagherai per dichiarare fallimento è molto meno di quanto pagherai se continui a cercare di onorare i tuoi debiti. E questo senza contare lo stress, la frustrazione, l’irritazione e gli anni che spenderai per riabilitare il tuo credito. Per ulteriori informazioni su come permettersi una dichiarazione di fallimento, dai un’occhiata ai nostri articoli \

Puoi andare da solo?

Quindi, senza dubbio ti starai chiedendo se potresti effettivamente essere in grado di rappresentarti nel tuo caso di fallimento. È certamente possibile farlo. Alcune prove informali suggeriscono che i filer pro se (quelli che depositano per conto proprio) non hanno più difficoltà ad attraversare con successo il tribunale fallimentare – almeno nei casi del capitolo 7 – di quanto non facciano i filer che pagano gli avvocati per gestire i loro casi. Infatti, un recente sondaggio informale ha rilevato che un caso di fallimento su nove è archiviato pro se (senza l’ausilio di un ttorney).

Ci sono tanti fattori che pesano su una decisione importante come la presentazione di un caso di fallimento da soli, e molto dipende dalla complessità del caso. Ecco un paio di cose a cui pensare che potrebbero influenzare il tuo caso e renderti più difficile la gestione da solo.

La tua proprietà

Non sono tanto i debiti che hai che potrebbero causare problemi, anche se possono essere difficili se un creditore contesta se il debito può essere estinto o meno. Il vero problema ha a che fare con il tipo e il valore dei beni.

Nessun debitore in fallimento rimane senza nulla alla fine di un caso. In ogni stato, un debitore può mantenere una certa quantità e valore di beni necessari per ricominciare da capo. Queste sono chiamate esenzioni e gli importi variano da stato a stato. Sono chiamate esenzioni perché la proprietà è esente dalla portata del tribunale, del trustee e dei creditori.

Le esenzioni funzionano in modo diverso nel Capitolo 7 rispetto al Capitolo 13. Se si deposita un caso di fallimento del Capitolo 7 mentre possiedi una proprietà che non è esente, il tuo fiduciario può prendere quella proprietà, venderla e usare il denaro per pagare ai tuoi creditori parte di ciò che devi loro. Se si dispone di una proprietà non esente quando si presenta un caso di piano di pagamento del capitolo 13, il valore delle risorse potrebbe essere aggiunto al piano di pagamento per aumentare i pagamenti o la durata del piano.

Se non hai molto di più oltre ai mobili di casa e una o due auto, probabilmente non ti sarà richiesto di rinunciare a nessuna delle tue proprietà, a patto di fare attenzione a elencare tutto ciò che possiedi e elencalo a un valore ragionevole. È fondamentale, tuttavia, che tu sappia quali esenzioni sono consentite nel tuo stato. Ecco un punto di partenza:

Aspettatevi una maggiore supervisione da parte del tribunale

Se sembra che non avrete risorse non esenti, depositare un capitolo 7 caso è ancora un compito arduo. Il tuo fiduciario avrà senza dubbio un interesse speciale nel tuo caso, se non altro per assicurarti di aver elencato tutto correttamente. Puoi aspettarti che il fiduciario ti chieda documenti aggiuntivi, come copie di dichiarazioni dei redditi, documenti di casa, documenti per auto ed estratti conto bancari. La tua riunione dei creditori richiederà probabilmente più tempo rispetto ai filer rappresentati da avvocati solo in modo che il fiduciario possa svolgere un lavoro approfondito di esaminarti sotto giuramento. Per lo stesso motivo, i tuoi creditori guarderanno spesso con maggiore attenzione ai tuoi documenti.

Tieni presente che le informazioni che fornisci al tribunale devono essere complete e accurate.Firmerai i tuoi documenti sotto pena di spergiuro e in seguito dovrai testimoniare della sua accuratezza sotto giuramento. Le conseguenze della menzogna sono gravi.

Se sei disposto a sopportare così tanti controlli, devi comunque essere consapevole delle insidie che potresti incontrare che possono far fallire il tuo tentativo di farcela da solo illeso.

Per altre cose a cui pensare se stai pensando di dichiarare bancarotta da solo, vedi

Aggiornato a marzo 2018 da Carron Nicks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *