Cos’è la malattia infiammatoria intestinale (IBD)?

Chiudi
icona downloadScarica icona immagine immagine

Che cos’è l’IBD?

La malattia infiammatoria intestinale (IBD) è un termine per due condizioni (morbo di Crohn e colite ulcerosa) che sono caratterizzate da infiammazione cronica del tratto gastrointestinale (GI ).1 L’infiammazione prolungata provoca danni al tratto gastrointestinale. Alcune delle differenze tra la malattia di Crohn e la colite ulcerosa:

Morbo di Croh e colite ulcerosa
Morbo di Crohn Colite ulcerosa
Può colpire qualsiasi parte del tratto gastrointestinale (da dalla bocca all’ano): il più delle volte colpisce la porzione dell’intestino tenue prima dell’intestino crasso / colon. Si verifica nell’intestino crasso (colon) e nel retto
icona immagine

Chiudi
icona downloadScarica icona immagine immagine

icona immagine

Chiudi
icona downloadScarica icona immagine immagine

Le aree danneggiate appaiono in chiazze che si trovano accanto alle aree di tessuto sano Danneggiato le aree sono continue (non irregolari) – di solito a partire dal retto e diffondendosi ulteriormente nel colon
L’infiammazione può raggiungere i molteplici strati delle pareti del tratto gastrointestinale L’infiammazione è presente solo nello strato più interno del rivestimento del colon

Quali sono i sintomi dell’IBD?

Alcuni sintomi comuni sono:

  • Diarrea persistente
  • Dolore addominale
  • Emorragia rettale / feci sanguinolente
  • Perdita di peso
  • Affaticamento

Che cosa causa l’IBD?

La causa esatta dell’IBD è sconosciuto, ma l’IBD è il risultato di un sistema immunitario difettoso. Un sistema immunitario correttamente funzionante attacca organismi estranei, come virus e batteri, per proteggere il corpo. Nell’IBD, il sistema immunitario risponde in modo errato ai trigger ambientali, che causano l’infiammazione del tratto gastrointestinale. Sembra esserci anche una componente genetica: qualcuno con una storia familiare di IBD ha maggiori probabilità di sviluppare questa risposta immunitaria inappropriata.

Come viene diagnosticata l’IBD?

L’IBD viene diagnosticata utilizzando un combinazione di endoscopia (per il morbo di Crohn) o colonscopia (per la colite ulcerosa) e studi di imaging, come radiografia con mezzo di contrasto, risonanza magnetica (MRI) o tomografia computerizzata (TC). I medici possono anche controllare i campioni di feci per assicurarsi che i sintomi non siano causati da un’infezione o eseguire esami del sangue per confermare la diagnosi.

Come viene trattata l’IBD?

Diversi tipi di farmaci possono essere usati per trattare l’IBD: aminosalicilati, corticosteroidi (come il prednisone), immunomodulatori e la classe più recente approvata per l’IBD, i “biologici”. Diverse vaccinazioni per i pazienti con IBD sono raccomandate per prevenire le infezioni. Le IBD gravi possono richiedere un intervento chirurgico per rimuovere parti danneggiate del tratto gastrointestinale, ma i progressi nel trattamento con farmaci significano che la chirurgia è meno comune di quanto non fosse qualche decennio fa. Poiché la malattia di Crohn e la colite ulcerosa colpiscono diverse parti del tratto gastrointestinale, le procedure chirurgiche sono diverse per le due condizioni .

IBD non è …

IBD non è sindrome dell’intestino irritabile (IBS) …

IBD non deve essere confusa con sindrome dell’intestino irritabile o IBS Sebbene le persone con IBS possano sperimentare alcuni si i sintomi milari di IBD, IBD e IBS sono molto diversi. La sindrome dell’intestino irritabile non è causata dall’infiammazione e i tessuti dell’intestino non sono danneggiati come sono nell’IBD. Anche il trattamento è diverso. Per saperne di più sulla differenza tra malattia infiammatoria intestinale e sindrome dell’intestino irritabile, vai a http://www.crohnscolitisfoundation.org/assets/pdfs/ibd-and-irritable-bowel.pdf icona pdf icona esterna.

IBD non è celiachia…

La celiachia è un’altra condizione con sintomi simili all’IBD. È anche caratterizzato da infiammazione dell’intestino. Tuttavia, la causa della celiachia è nota ed è molto specifica. È una risposta infiammatoria al glutine (un gruppo di proteine presenti nel grano e in cereali simili). I sintomi della celiachia scompariranno dopo aver iniziato una dieta priva di glutine, anche se di solito passeranno mesi prima che si raggiungano i pieni effetti della nuova dieta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *