Classificazioni dei farmaci

HomeSintomi, fatti e statistiche dell’abuso di droghe Classificazioni dei farmaci

La farmacologia, o lo studio di droghe e farmaci, è un argomento complicato. Uno dei modi per renderlo più facile da capire è avere una buona conoscenza della classificazione dei farmaci o del sistema in base al quale vengono raggruppati i vari farmaci.

Come vengono classificati i farmaci?

Farmaci sono classificati in una varietà di modi diversi. Nell’industria farmaceutica, i farmaci sono raggruppati in base alla loro attività chimica o alle condizioni che trattano. Ci sono molte ragioni per classificare i farmaci, che vanno dalla comprensione dell’utilità di particolari tipi di farmaci alla formulazione di piani di trattamento basati su farmaci chimicamente simili. Nel mondo dell’uso di droghe illecite e abusate, esistono essenzialmente 7 diversi tipi di droghe. Ognuno ha il proprio insieme di caratteristiche, effetti, pericoli ed effetti collaterali.

Le categorie di farmaci includono le seguenti:

  • Stimolanti
  • Depressivi
  • Allucinogeni
  • Dissociativi
  • Oppioidi
  • Inalanti
  • Cannabis

Ai fini della Drug Enforcement Agency (DEA), queste classificazioni dei farmaci sono ulteriormente suddivise in 5 categorie. La DEA si riferisce anche a questi come programmi e questi programmi dipendono dall’uso medico accettato e autorizzato del farmaco o dal potenziale di abuso e dipendenza del farmaco. Il tasso di abuso di un farmaco è un fattore determinante quando si assegna un programma. Ad esempio, è stato dimostrato che i farmaci della Tabella I hanno un alto tasso di abuso e il potenziale per creare una significativa dipendenza psicologica e fisica.1

La DEA definisce la dipendenza fisica come lo sviluppo quando il corpo diventa abitualmente bisognoso di una droga . La dipendenza fisica si manifesta spesso sia nello sviluppo di una tolleranza a un farmaco sia negli effetti di astinenza che potrebbero verificarsi se una persona smette di usare il farmaco. Quando una persona sviluppa una tolleranza a una particolare sostanza, ci vuole una quantità sempre maggiore di sostanza per sperimentare gli stessi effetti che si verificavano una volta con quantità minori. La sospensione si sviluppa con un uso prolungato o eccessivo e si verifica quando un farmaco viene ridotto bruscamente o interrotto del tutto. Spesso i sintomi di astinenza sono atroci e difficili da gestire, il che incoraggia ulteriormente l’uso di droghe.

La dipendenza da un farmaco è anche associata a una varietà di sintomi psicologici e fisici. Questi includono problemi sociali, difficoltà finanziarie e questioni legali. La dipendenza psicologica si presenta come la brama o il bisogno intenso di una droga. Quando una persona è diventata psicologicamente dipendente, potrebbe provare desideri eccessivi e incontrollabili di usare la droga. In definitiva, questo può portare a comportamenti di ricerca di droga.

Classificazione legale delle droghe

Programma 1 I farmaci sono definiti come farmaci che non hanno uso medico e hanno un alto potenziale di dipendenza e abuso. Questi includono droghe come eroina, ecstasy e LSD.

Le droghe della Tabella 2 hanno un alto tasso di potenziale abuso insieme a una significativa dipendenza psicologica o fisica. Esempi di farmaci della Tabella 2 includono cocaina, metanfetamina e oppioidi.

I farmaci della Tabella 3 hanno un potenziale di abuso da moderato a basso. Questi includono steroidi anabolizzanti, ketamina e testosterone.

I farmaci del Programma 4 hanno un basso potenziale di dipendenza. Valium, Ativan e Ambien sono tutti farmaci della Tabella 4.

I farmaci della Tabella 5 sono farmaci solitamente utilizzati per scopi antitosse, analgesici o antidiarroici.

C’è una grande quantità di disaccordo anche tra esperti su come classificare i farmaci. Ciò significa che lo stesso farmaco potrebbe essere classificato in modo diverso in due sistemi diversi. Per questo motivo, è praticamente impossibile creare una serie di standard di classificazione dei farmaci che definiscono. Tuttavia, ecco alcuni dei più comuni.

Ti chiedi se tu o una persona cara avete un problema di dipendenza? Scoprilo in meno di 5 minuti con il nostro sondaggio riservato.

Classificazioni chimiche dei farmaci

  • Oppioidi. Gli oppioidi derivano dalla droga oppio o dalle versioni sintetiche che imitano la struttura chimica dell’oppio. Questa classe di farmaci interagisce con i neurotrasmettitori nel cervello per bloccare i segnali. Gli oppioidi sono potenti. Provocano sia intense sensazioni di piacere che possono bloccare il dolore. La dipendenza da oppioidi è significativa e sta diventando sempre più la più grave crisi di dipendenza che l’America deve affrontare oggi.
  • Alcol. L’alcol è una delle sostanze più ampiamente abusate in tutto il mondo. È legale per i consumatori di alcol negli Stati Uniti, anche se l’alcol è un depressivo del sistema nervoso centrale (SNC). Provoca gravi danni a lungo termine al fegato. L’alcol crea sensazioni di piacere e riduce le inibizioni.
  • Benzodiazepine e barbiturici. Questi farmaci funzionano interagendo con un neurotrasmettitore chiamato GABA (acido gamma-amminobutirrico).Questi farmaci hanno un impatto diverso sul corpo e sulla mente, ma generalmente creano effetti calmanti e sedativi. Spesso prescritti per trattare una varietà di disturbi psichiatrici e del sonno, creano una forte dipendenza.
  • Cocaina e altri stimolanti. Questi farmaci accelerano l’attività del SNC facendo sentire una persona energizzata, concentrata e vigile per lunghi periodi di tempo. La reazione inversa è che una persona si sente nervosa, paranoica e arrabbiata.
  • Inalanti. Per lo più consumati attraverso la respirazione, questi farmaci possono esistere sotto forma di vapore a temperatura ambiente. La maggior parte degli inalanti si trova negli articoli per la casa, quindi vengono spesso utilizzati da adolescenti e bambini. Tendono a creare meno dipendenza rispetto ad altre sostanze ma sono incredibilmente pericolosi.
  • Allucinogeni. Interagendo con il SNC, questa classe di farmaci altera la percezione del tempo, della realtà e dello spazio. Potrebbero indurre un utente a sentire cose o immaginare situazioni che non esistono.
  • Cannabis. Uno dei farmaci più utilizzati in tutto il mondo. La cannabis colpisce i recettori dei cannabinoidi nel cervello. Questo farmaco è disponibile in molte forme diverse e colpisce ogni utente in modo diverso.
  • Nuove sostanze psicoattive. Questo si riferisce a tutto ciò che è stato creato in laboratorio per imitare i farmaci presenti in natura rientra in questa categoria. Ciò include cannabis sintetica, ketamina creata in laboratorio e altro ancora.

Se tu o una persona cara soffre di dipendenza, potresti sentirti completamente solo. La buona notizia è che il trattamento è disponibile. Una struttura di trattamento può creare un piano su misura per le tue esigenze.

Fonte

  1. United States Drug Enforcement Administration. (n.d.). Pianificazione dei farmaci.

Informazioni sull’editor

Kindra Sclar, MA

Kindra Sclar è un Senior Web Content Editor per American Addiction Centers. Prima di entrare in azienda, ha lavorato per più di 8 anni come redattore di stampa e web per diversi editori cartacei e online. Kindra ha lavorato sui contenuti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *