Cisti dell’iride


Cisti iridociliari nei cani

A volte denominate cisti dell’iride o cisti uveali, le cisti iridociliari sono spesso benigne e non richiedono trattamento. Tuttavia, occasionalmente possono essere abbastanza grandi da interferire con la vista o con la funzione dell’occhio.

Sintomi e tipi

Le cisti iridiociliari possono essere attaccate a varie parti dell’interno dell’occhio. occhio. Possono essere leggermente o scuramente pigmentati e sono semitrasparenti. Possono essere di forma sferica o ovoidale. Possono variare notevolmente in termini di dimensioni e potrebbero essere più di uno. Possono essere viste in uno o entrambi gli occhi.

Nella maggior parte dei casi, queste cisti sono un reperto accidentale. Solo quando sono abbastanza grandi da compromettere la vista o interferire con il normale funzionamento dell’occhio sono problematici. Il glaucoma può essere una complicanza associata alle cisti iridociliari.

Cause

Le cisti possono essere congenite o acquisite.

  • Le cisti congenite sono causate da un’anomalia dello sviluppo negli occhi e i cani affetti nascono con le cisti.
  • Le cisti acquisite possono essere il risultato di traumi agli occhi o di uveite (infiammazione degli strati scuri dell’occhio). In molti casi, la causa non è mai conosciuto.

Esiste una predilezione di razza nei Boston Terrier, Golden Retriever e Labrador Retriever per le cisti iridociliari. Nei golden retriever si osserva una sindrome di uveite pigmentaria e cisti iridociliari. Queste cisti sono state anche associate al glaucoma nei golden retriever e negli alani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *