Aracne

L’Aracne è una creatura della mitologia greca, il cui nome è stato successivamente utilizzato per parole come “aracnide” e “aracnofobia”. Tuttavia, c’è ben poco da temere sulla storia di Arachne. Il suo è un ammonimento sull’orgoglio da cui tutti possiamo imparare.

Secondo il mito, Aracne era una tessitrice molto famosa e di talento . Era così orgogliosa delle sue capacità che sfidò la dea Atena a un concorso per vedere chi era il migliore.

Atena era la dea di molti talenti: guerra, tessitura, saggezza, artigianato e apprendimento – e lei non ha accettato di buon grado la sfida. Ha accettato, sperando di mettere Arachne al suo posto e insegnarle il rispetto.

In alcune versioni, il continuo vantarsi di Arachne turba così tanto Athena che è lei a lanciare la sfida. Darsi una pacca sulla spalla ha avuto conseguenze piuttosto pericolose nei miti greci!

Atena è così arrabbiata per il vantarsi di Arachne che decide che tesserà un messaggio e un avvertimento. Ha intrecciato quattro storie di umani che si credevano uguali agli dei, che in seguito furono puniti dagli dei per il loro vanto. Non cogliendo il suggerimento, Arachne ha tessuto quattro scene in cui gli dei hanno punito e ferito gli umani senza una buona ragione.

Per rendere la situazione ancora più imbarazzante, è chiaro fin dall’inizio che la tessitura di Arachne è molto meglio di Di Atena. Anche se quello che ha tessuto non era molto bello, ovviamente è stato fatto bene. Inoltre, le scene che Arachne ha intessuto non hanno messo gli dei in una luce molto bella. Imbarazzata e furiosa, Atena maledisse Arachne. Questa maledizione l’ha trasformata in un ragno. Questo è il modo in cui i greci spiegavano perché i ragni girano costantemente ragnatele sia per vivere che per intrappolare le loro prede.

Alcune versioni di questo mito finiscono in modo diverso. In una versione, Atena mostra ad Arachne quanto la sua mancanza di rispetto sia dolorosa. Vergognandosi delle sue azioni, Arachne si toglie la vita. Questo fa sì che Atena la riporti in vita e la trasformi in un ragno, in modo che possa sempre tessere il contenuto del suo cuore.

In un’altra versione del mito, la gara di Aracne e Atena ha una clausola diversa. Chi perde la gara deve promettere che non tesserà mai più su un telaio o su un fuso. In questa versione vince Athena. Arachne è così affranta che non può più fare ciò che ama, ma alla fine Atena ha pietà di lei. Ancora una volta, Arachne si trasforma in un ragno in modo che possa ancora tessere e filare senza infrangere la sua promessa di non toccare mai più un telaio o un fuso.

Comunque vada il mito, molte parti chiave rimangono intatte. Uno è il rispetto, o la mancanza di esso. Aracne non mostra il giusto rispetto per Atena sia come dea sia come fonte del talento di Aracne.

Nella mitologia greca, credevano che gli dei e le dee dessero agli umani talenti e abilità diversi.

Se fossi bravo a suonare, ringrazieresti il dio della musica. Se fossi bravo nello sport, nella cucina o nell’apprendimento, ringrazieresti gli dei responsabili di questo. L’abilità di Aracne come tessitrice era un dono di Atena. Arachne non solo non l’ha mai ringraziata per questo, ma ha pensato che fosse migliore della dea stessa!

Un’altra parte fondamentale del mito è il potere, sia potere crudele che potere gentile. Atena può maledire Arachne per dispetto, oppure può avere pietà di Arachne e trovare un modo per aiutarla. Anche se avevano poteri impressionanti, gli dei e le dee greche potevano essere molto umani nel modo in cui si comportavano.

Diventavano gelosi e arrabbiati, oppure erano sentimentali e facilmente motivati da sentimenti come compassione e amore. Atena potrebbe essere stata nei suoi diritti come dea di partecipare alla gara, ma le sue reazioni ad Arachne mostrano i diversi modi in cui un dio potrebbe usare il proprio potere su un umano. Forse Aracne non aveva sbagliato a mostrare il modo in cui gli dei possono essere crudeli!

Infine, un’altra parte importante del mito di Aracne è l’idea di trasformazione e scopo. Anche se i ragni non sono molto belli da vedere, svolgono comunque un ruolo utile nel regno degli insetti e nelle nostre case. I ragni intrappolano altri insetti e li mangiano. Per lo più si tengono per sé, a meno che tu non vada a scherzare con le loro ragnatele. Sono grandi lavoratori e si prendono cura con cura delle loro piccole case.

Nel mito, Aracne può essere maledetto per essere un ragno o essere trasformato in uno dai poteri di Atena.

E persino sebbene potremmo pensare che non sia troppo divertente essere un ragno dopo essere stati umani, dovremmo concentrarci su cosa significa cambiare. Tutti cambiano nelle loro vite e non sempre finiamo per essere chi pensiamo di dover essere. Il cambiamento di Arachne è stato solo un po ‘più letterale di come avvengono normalmente i cambiamenti nella vita.

Link / cita questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *