15 motivi per cui il tuo computer è lento

I computer rallentano per una serie di motivi, ma la maggior parte di questi si riduce a una cosa: noi li usiamo. Mentre scarichi programmi, installi estensioni, navighi sul Web, crei file e riempi il tuo disco rigido di film e musica, inevitabilmente accumulerai detriti virtuali che avranno un impatto sulle prestazioni del tuo PC. Quindi, se ti sei chiesto “Perché il mio computer è così lento? “, questi sono i motivi più comuni per cui il tuo computer sta rallentando e le semplici misure che puoi adottare per farlo funzionare più velocemente.

Hai troppi programmi di avvio

I programmi appena scaricati spesso cercano di farsi strada nel menu di avvio (Windows) o negli elementi di accesso (Mac). Se non hai deselezionato la casella per tale autorizzazione, potresti avere dozzine di programmi non necessari che competono per essere pronti e in esecuzione non appena il computer si avvia (come se ciò accadesse presto).

“La causa più comune di un computer lento sono i troppi programmi di avvio”, afferma Aaron Schoeffler, medico riparatore di computer presso LaptopMD. “Il 90% dei programmi desidera che l’autorizzazione venga avviata all’avvio del computer in modo che tu possa utilizzarli e ciò può comportare un tempo di avvio compreso tra cinque e dieci minuti. Quando finalmente si avvia, un sacco di programmi sono già in esecuzione in background e se non stai utilizzando un computer più recente, ciò può rallentarlo. ”

Mentre alcuni programmi, come il software antivirus e il firewall, dovrebbero essere eseguiti all’avvio, altri, come iTunes o Microsoft Office, potrebbero rimanere chiusi facilmente fino a quando non sarà effettivamente necessario accedere a un file dal loro profondità digitali.

Risolvi il problema

Mac: Applicazioni / Preferenze di sistema / Gruppi utenti / Elementi di accesso, quindi deseleziona i programmi non necessari. Elimina le icone dal desktop che non usi spostandole nel cestino o, nel caso di file che hai salvato sul desktop per comodità, riorganizzandole nella cartella appropriata.

Windows 8 e 10: tasto Windows + X / Task Manager / scheda Avvio, quindi fai clic con il pulsante destro del mouse sui programmi che desideri rimuovere e seleziona Disabilita.

Windows 7 e versioni precedenti: pulsante Start, quindi cerca Configurazione di sistema. Vai alla scheda Avvio, quindi deseleziona tutti i programmi se non vuoi che si avvii all’avvio del sistema.

Il tuo disco rigido non funziona

“Un disco rigido sta per finire della sua durata è un problema comune. I dischi rigidi sono costituiti da parti mobili che ruotano migliaia di volte al giorno e si consumano “, afferma Schoeffler” In genere, dopo due o tre anni di uso costante, c’è un’alta probabilità che un disco rigido non funzioni “.

Al contrario, le unità a stato solido (SSD) non subiscono lo stesso tipo di degrado dall’hardware fisico e hanno una durata da otto a dieci anni. “Le unità a stato solido sono anche dieci volte più veloci di un disco rigido standard drive, e stai cercando di passare da un tempo di avvio da tre a cinque minuti a 15-20 secondi “, afferma Schoeffler. Tuttavia, gli SSD sono più costosi per gigabyte di spazio di archiviazione, il che non è un problema se, ad esempio, stai cercando un’unità da 2 TB, ma può diventare costoso se hai bisogno di un’unità per archiviare file di foto o video di grandi dimensioni.

Risolvi il problema

Esegui un controllo del disco rigido:

Windows 7, Vista: Esplora risorse / Computer / fai clic con il pulsante destro del mouse sull’unità / Proprietà / Strumenti / Controlla ora. È possibile selezionare “Cerca e tenta il ripristino dei settori danneggiati” che impedirà al computer di accedere a qualsiasi area “danneggiata” del disco rigido, ma può anche aumentare il tempo di scansione fino a poche ore.

Mac : Vai su Applicazioni / Utility / Utility Disco, quindi evidenzia il disco rigido in questione e fai clic su Pronto soccorso nella parte superiore dello schermo.

In generale, evitare di far cadere, lanciare o altrimenti causare un impatto al disco rigido per prolungarne la durata. Ad un certo punto, potresti considerare di aggiornare anche il tuo disco rigido: “Tendiamo a consigliare l’aggiornamento a unità a stato solido”, afferma Schoeffler. Ecco la nostra guida su come eseguire l’aggiornamento da un’unità disco rigido a un SSD.

Il tuo disco rigido è pieno al 95%

Quando il tuo disco rigido è pieno al 95%, i computer possono rallentare del 50%, stima Schoeffler. “A questo punto, non c’è spazio per salvare file temporanei necessari per i programmi operativi, quindi è come se il sistema operativo non sapesse più come funzionare correttamente “, afferma.

Lo spazio sul disco rigido è occupato da programmi, aggiornamenti di programmi e download, così come i file temporanei e i file associati dei programmi eliminati, quindi potresti essere in grado di liberare una buona quantità di spazio semplicemente svuotando il cestino. Controlla la situazione del tuo disco rigido (Mac) facendo clic sulla mela e selezionando Informazioni su questo Mac, oppure (Windows) premendo Start / Computer e facendo clic con il pulsante destro del mouse sul disco rigido principale (solitamente C :), quindi vai su Proprietà.

Risolvilo

Pulisci a fondo il tuo computer dai file non necessari dai programmi inutilizzati ai download defunti e ai file temporanei. Ciò potrebbe includere bloatware che i produttori precaricano sui computer che dovrebbero eseguire utilità o pulizia.Anche i backup di sistema e i punti di ripristino possono occupare un’enorme quantità di spazio, quindi non conservare più versioni di backup di quelle che ti servono. Per ottimizzare lo spazio, potresti anche voler spostare i file su un servizio di archiviazione cloud. Schoeffler consiglia il programma gratuito CCleaner (Mac / Windows) per eliminare facilmente i file non necessari, incluso l’eccesso di file temporanei creati dai browser, ad esempio.

Ti stai chiedendo di quell’antico rituale di pulizia del computer deframmentato? Questo è solo se per qualche motivo stai ancora utilizzando Windows XP o precedente: i PC Windows più recenti e tutti i Mac non richiedono la deframmentazione manuale.

4. Il tuo browser ha troppi componenti aggiuntivi

Le estensioni del browser possono migliorare utilmente la tua esperienza web (come un blocco degli annunci o un convertitore di unità che utilizzo), ma potrebbero anche essere un colpevole nel rallentare il tuo computer consumando potenza di elaborazione. Né tutte le estensioni sono uguali: alcuni componenti aggiuntivi potrebbero proclamarsi bloccanti dei popup o protezioni di ricerca, ma potrebbero essere adware del browser che possono rallentare il tuo computer scaricando annunci e facendo apparire annunci ogni volta che apri il browser.

Risolvilo

Disabilita o rimuovi le estensioni e le barre degli strumenti che non ti servono:

Firefox: premi il pulsante del menu all’estrema destra, seleziona Componenti aggiuntivi / estensioni , quindi seleziona disabilita o rimuovi per ogni elemento nell’elenco.

Chrome: fai clic con il pulsante destro del mouse su qualsiasi pulsante di estensione / Gestisci estensioni, quindi deseleziona la casella per disabilitare un elemento particolare o fai clic sul cestino per salutare addio. Puoi anche controllare la quantità di memoria utilizzata da ciascuna estensione premendo il pulsante del menu in alto a destra (tre punti verticali) quindi Altri strumenti / Task Manager / Memoria dove puoi ordinare tutti i processi del browser in base alla memoria utilizzata. Le estensioni saranno preceduto dall’icona di un pezzo di puzzle.

Safari: premi Safari (in alto a sinistra) / Preferenze / Sicurezza / Estensioni, quindi s scegliere un elemento da disinstallare. Puoi anche disattivare tutte le estensioni qui.

Internet Explorer: Strumenti / Gestisci componenti aggiuntivi / Mostra tutti i componenti aggiuntivi, quindi seleziona gli autori di reato e fai clic su Disattiva o rimuovi.

Edge: impostazione e altro / estensioni, quindi rimuovi quelli che non ti servono.

5. Stai eseguendo troppi programmi contemporaneamente

facendo un trilione di cose a una volta è esattamente il motivo per cui abbiamo i computer ma, a un certo punto, il tuo piccolo fascio di intelligenza artificiale vacillerà. La capacità del tuo computer di eseguire più programmi contemporaneamente dipende in parte dalla sua RAM (memoria ad accesso casuale), che gli consente di passare dall’elaborazione di un programma a un altro con apparente fluidità, ma se le richieste dei programmi aperti sono superiori la memoria e la potenza di elaborazione del tuo computer noterai un rallentamento.

Risolvilo

Accedi a Task Manager (Windows; Ctrl + Alt + Canc) o Activity Monitor (Mac ; Cmd + Spazio, digita nella barra Spotlight), consiglia Schoeffler, per vedere quali programmi sono aperti e assorbono potenza di elaborazione:

Quindi spegni quelli che non ti servono. Per Mac, Windows 10, Windows 7 e versioni precedenti di Windows, puoi chiudere i programmi dal menu File. In Windows 10 e 8, i programmi sono costruiti in modo da essere eseguiti in background per un po ‘, quindi si spengono automaticamente. Ma se vuoi chiuderne uno manualmente e assicurati che tutti i file associati si chiudano con esso, trascina dalla parte superiore dello schermo verso il basso e tieni premuto finché l’icona non si capovolge è finita.

6. Troppe schede del browser sono aperte

Se “ti trovi nel campo delle dozzine di schede aperte (” Tanto meglio non perdere mai un link “, dichiari ), il tuo browser probabilmente sta monopolizzando molto di più della sua giusta quota di RAM. “Quando apri una nuova scheda del browser, viene salvata nella RAM. Se hai solo un po ‘di RAM libera, esaurisci lo spazio per elaborare tutto ciò che è attivo, quindi il computer rallenta”, afferma Schoeffler

Anche più browser aperti possono rallentare il lavoro e si ottengono punti di rallentamento extra se anche le schede si aggiornano automaticamente (ad esempio un blog live). Inoltre, avere un eccesso di schede del browser piene di le presunte informazioni cruciali non aiutano esattamente la nostra efficienza o consapevolezza.

Risolvilo

Contrassegna i link “necessari” (per il bene dell’organizzazione, in una cartella dei segnalibri intitolata “Da leggere “) E chiudi quelle schede. Ancora meglio, One-Tab per Chrome e Firefox fa il lavoro per te, compilando tutte le tue schede aperte in un semplice elenco su una singola scheda, a cui puoi accedere secondo necessità.

7. I programmi canaglia stanno impadronendosi di tutte le potenze di elaborazione

Non è sempre un’app video o musicale pesante che consuma la potenza di elaborazione del tuo computer. Alcuni programmi o processi di sistema potrebbero essere bloccati in un loop o aver riscontrato un errore.

Risolvilo

Controlla quanta potenza di elaborazione stanno utilizzando programmi e processi accedendo a Task Manager (Windows) o Activity Monitor (Mac). Per entrambi, fai clic sulla scheda “CPU” per ordinare i programmi in base alla potenza di elaborazione che stanno occupando. Se un programma che non stai utilizzando attivamente è ancora tra i primi , puoi scegliere di uscire dal processo.

E, quando si tratta di browser, Internet Explorer è particolarmente pesante sul tuo computer, afferma Joe Silverman, CEO dell’officina di riparazione di New York Computer Help. La maggior parte di noi non lo utilizza più, con Chrome e Safari utilizzati dalla maggior parte dei netizen statunitensi, ma resisti prima di disinstallare allegramente: “Non è necessario eseguire Internet Explorer ma non rimuoverlo – potrebbe causare problemi in quanto “è molto legato al sistema operativo”, afferma.

Hai un programma antivirus troppo zelante

Avere un programma anti-malware attivo è una parte vitale dell’igiene del computer, ma il tuo potrebbe eseguire regolarmente scansioni in background nei momenti peggiori possibili. “Le scansioni antivirus rallentano il lavoro perché” sono in esecuzione in background “, afferma Silverman. Alcuni programmi antivirus possono essere impostati su scansioni complete settimanali, che possono richiedere alcune ore e assorbire molta potenza di elaborazione.

Risolvilo

Accedi alle impostazioni antivirus e configuralo per eseguire la scansione a tarda notte quando non stai utilizzando il computer (tuttavia, questa funzione potrebbe non essere disponibile su alcuni programmi antivirus gratuiti, il che rappresenta un buon motivo per l’aggiornamento.)

Hai un virus

Se non è l’antivirus, potrebbe essere il virus. Virus, spyware e altri malware possono rallentare il tuo computer mentre fanno confusione con qualsiasi cosa, dal dirottare il tuo browser alla diffusione di siti pubblicitari o di phishing, al crash del tuo computer. “Oggigiorno, i virus installano più comunemente un programma dannoso che esegue annunci in modo casuale, che è un modo semplice per generare entrate per il suo creatore”, afferma Schoeffler.

Risolvi

Esegui un scansione antimalware. Schoeffler consiglia di utilizzare Malwarebytes (Mac / Windows) gratuito come strumento di sicurezza informatica anti-malware. Abbiamo anche consigliato Bitdefender Total Security e Symantec Norton Security Premium.

Qualcuno sta usando il tuo computer per il cryptomining

Un computer lento potrebbe segnalare che un programma o un annuncio sta utilizzando il tuo sistema per estrarre la criptovaluta. Spesso ciò si verifica a causa del codice su un sito web e che è attivo solo mentre il sito è aperto. In effetti, alcuni siti legittimi come Salon lo utilizzano come sistema per generare entrate invece di utenti che visualizzano annunci (gli utenti possono attivare se sono d’accordo).

“Senza la tua autorizzazione, un sito web potrebbe avere un’estensione che utilizza la potenza di elaborazione del tuo computer per estrarre una criptovaluta “, dice Schoeffler. “È un’area legalmente grigia perché non fa o aggiunge direttamente nulla al tuo sistema”.

Il cryptojacking (chiamato anche cryptojacking) può anche essere il risultato di malware che viene scaricato sul tuo computer, come il virus Digimine che si diffonde attraverso la versione Chrome di Facebook Messenger, quindi viene eseguito in background, estraendo e inviando le informazioni al suo creatore.

Risolvi il problema

La chiusura del browser interromperà il browser- cryptomining basato. Per capire se hai scaricato inavvertitamente malware di cryptojacking, vai a Task Manager (Windows) o Activity Monitor (Mac) e guarda cosa richiede il tuo processore. “Che si tratti di un virus o di un cryptomining basato su browser, tu” Sarò in grado di vedere se qualcosa sta utilizzando il tuo processore per le proprie esigenze “, afferma Schoeffler.

11. Il tuo sistema operativo è troppo fluido

È la secolare battaglia dell’apparenza rispetto alle prestazioni: avere effetti visivi abilitati, ovvero il piacere per gli occhi come quelle transizioni sgargianti per ridurre al minimo le finestre, può influire sulla velocità del tuo PC ( e in misura minore, Mac), se il suo hardware rispetta solo i requisiti minimi per il tuo sistema operativo preferito.

“Se hai una buona scheda video, questo è 1 GB di RAM sul video carta o meglio: “stai bene”, dice Silverman. “Ma meno di questo, può rallentare il tuo computer.”

Risolvi il problema

Windows 7 e versioni precedenti: Start / Pannello di controllo / Informazioni e strumenti sulle prestazioni / Regola effetti visivi, quindi fai clic su Regola per ottenere le migliori prestazioni o scegli manualmente gli effetti che desideri mantenere.

Windows 8 e 10: tasto Windows + X / Sistema / Impostazioni di sistema avanzate / Impostazioni prestazioni / quindi seleziona come sopra.

Mac: Preferenze di sistema / Dock, quindi per ridurre al minimo le applicazioni, cambia quell’effetto Genie super-frizzante in un effetto Scala utilitaristico (praticamente solo scomparendo). Deseleziona “Animate Opening Applications”.

La tua stanza è troppo polverosa

A volte il problema non è interno ma esterno: il retro del case della CPU è ricoperto di polvere? ventilazione che raffredda i processori mentre si allontanano nel tentativo di eseguire Photoshop, Spotify, Outlook e Skype. E nessuno vuole un computer caldo: il calore aumenta la probabilità di malfunzionamenti e arresti anomali.

Per quanto riguarda i laptop, ogni volta che noti che il tuo laptop si sta surriscaldando, dovresti controllare che le sue prese d’aria, di solito sui lati, non siano bloccate. Ad esempio, non appoggiare il laptop su qualcosa di morbido come un cuscino in cui possa affondare.

Risolvilo

Rispolvera la vecchia “, ehm, polvere. Se è veramente grave, puoi usare un aspirapolvere (con attenzione) o una bomboletta di aria compressa.

Non hai abbastanza memoria

Se hai ripulito a fondo il tuo computer e modificato le abitudini delle schede del browser, ma il tuo computer è ancora lento (e possiedi un PC) , potresti prendere in considerazione un aggiornamento minore sotto forma di RAM aggiuntiva.

Alcuni programmi richiedono molta RAM del tuo computer, ad esempio programmi che funzionano con file di grandi dimensioni come foto o software di editing video. “Molte persone cercano di eseguire Photoshop o un programma con grafica pesante su un computer di livello medio o basso che non è in grado di” gestirlo “, afferma Silverman.

Risolvilo

Se stai guardando video e riproducendo musica, 2 GB di RAM dovrebbero bastare; e 4 GB-8 GB se lavori con molta grafica sul tuo computer. Fortunatamente, aggiornare la RAM sul tuo PC è poco costoso e un’attività le persone possono gestirsi da sole. Per sapere quali opzioni di aggiornamento della RAM sono disponibili per il tuo computer, prova lo strumento per le opzioni di memoria di Kingston.

Devi riavviare il computer

Il motivo per cui il riavvio sembra risolvere così tante tecnologie fa causa è che i programmi possono rimanere bloccati per una miriade di ragioni. “Molte cose vengono appiccicate in background. Ad esempio, se disattivi Outlook, i processi in background sono ancora in esecuzione”, afferma Silverman. “Potresti” terminare l’attività “, ma molte persone non sono così esperte su quale uno alla fine. “

Invece di scavare manualmente in Task Manager (Windows) o Activity Monitor (Mac) per indovinare le radici della lentezza, il riavvio svuota il sistema, una panacea per quei canaglia , programmi che consumano risorse e una lavagna pulita priva di file e frammenti.

Risolvilo

Mordere il proiettile e chiudere le operazioni. Hai anche il vantaggio aggiuntivo di avere aggiornamenti di sistema critici applicati che possono avvenire solo durante un riavvio.

Stai funzionando in modalità a basso consumo

Alcuni laptop Windows ti danno la possibilità di regola le impostazioni di alimentazione per massimizzare le prestazioni. Vai al Pannello di controllo > Hardware e suoni > Opzioni risparmio energia e seleziona “Crea un piano di alimentazione”. Se il tuo computer ti consente di regolare la velocità dei tuoi componenti, vedrai tre opzioni: “Bilanciato”, “Risparmio energetico” e “Prestazioni elevate”. Seleziona “Alte prestazioni” e crea un nome per il piano. Vedrai quindi una schermata in cui puoi selezionare il tuo piano di alimentazione. Seleziona il tuo nuovo piano. La creazione di un piano di alimentazione basato su “Prestazioni elevate” massimizzerà automaticamente le prestazioni del tuo computer.

Se vuoi modificare ulteriormente le impostazioni, puoi scegliere “Modifica impostazioni avanzate risparmio energia” e dalla finestra che si apre e puoi regolare ulteriormente le impostazioni.

Aggiornato il 4/3/2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *